You are currently viewing l Museo Nazionale del Bargello: Un gioiello di Firenze

l Museo Nazionale del Bargello: Un gioiello di Firenze

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Arte
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Visitare Firenze è un’esperienza indimenticabile, ma può essere difficile sapere cosa vedere e fare in città.

Il Museo del Bargello è uno dei musei più importanti di Firenze e un must per gli amanti dell’arte. Ma molti turisti si perdono questo gioiello perché non sanno dove si trova o quanto tempo dovrebbero passarci 

Questa guida condividerà tutto quello che c’è da sapere sulla visita al museo, compresi gli orari di apertura, i prezzi d’ingresso, la mappa della posizione e altro ancora.

Troverai anche alcuni consigli utili che sicuramente renderanno la tua visita ancora migliore!

Bargello: la storia in breve

Il Museo del Bargello è uno degli edifici più antichi di Firenze.

Il palazzo ospita alcune importanti istituzioni dei tempi passati e ha visto molti eventi storici come il coinvolgimento di Dante Alighieri con il Consiglio o esecuzioni come quando le persone furono giustiziate per essere impiccate per la loro partecipazione alla Congiura dei Pazzi (una cospirazione del XV secolo per rovesciare Lorenzo de Medici).

Ha anche un’atmosfera medievale che può essere sentita in tutte le sue stanze ma soprattutto all’interno del suo cortile interno dove i visitatori vengono accolti.

Il museo del Bargello è stato un esempio importante nella storia del collezionismo europeo per le sue opere d’arte precoci e preziose, comprese alcune del Rinascimento italiano.

L’edificio stesso è uno di quelli che cattura la sensazione di viaggiare nel tempo fino alla Firenze medievale con il suo affascinante cortile dove molte coppie vanno ad un appuntamento o i turisti si fanno fotografare indossando i costumi rinascimentali!

Fu originariamente costruito come fortezza e poi trasformato in palazzo da Cosimo I de Medici che commissionò al suo architetto Antonio da Sangallo il Vecchio di creare questa perfetta casa lontano da casa all’interno di un isolato circondato da alte mura.

Le opere che troverai nel museo

Gli interni del museo del Bargello a Firenze

Camminando per le sale di questo squisito palazzo, potrete sperimentare alcune delle opere d’arte più celebri d’Italia.

Questo museo ha una collezione che è famosa per le sue sculture del Rinascimento italiano e comprende opere di Ghiberti, Donatello, Verrocchio Michelangelo e Cellini.

La scultura fatta all’amante di Bernini, Costanza Buonarelli, è un pezzo che ho trovato molto interessante perché fornisce una visione della sua vita amorosa e come ha interpretato il suo aspetto si è anche trattati con esempi di altri grandi artisti come Botticelli o Bellini.

Il Museo Nazionale del Bargello è uno dei musei più famosi di Firenze. Se vuoi sapere quali sono le cinque opere da non perdere, continua a leggere!

Donatello, David, 1430

La genialità dell’opera di Donatello sta nella sua capacità di catturare il dinamismo e la fluidità che sono caratteristici della vita.

Nel “David” ha ritratto una figura che appare come viva nonostante sia scolpita nella pietra, infondendole leggerezza ed energia che ne fanno un trionfo artistico indimenticabile!

Donatello ha catturato qualcosa di completamente nuovo sull’umanità attraverso quest’opera; la dualità tra esseri viventi pieni di vitalità come lui, ma anche la loro rappresentazione su una tela o altri media dove appaiono senza vita.

Questa dicotomia non era mai stata vista prima da nessun artista fino ad ora, perché nessuno era ancora stato in grado di ritrarre il movimento umano in modo così vivido senza sacrificare i dettagli a causa della sua natura dinamica o esagerando le caratteristiche come le distorsioni prospettiche.

Michelangelo Buonarroti, Bacco, 1497 

La statua di Bacco è una scultura che fu commissionata dal banchiere Jacopo Galli e creata ad imitazione di modelli antichi. Il corpo che dà un’impressione sia di giovinezza che di femminilità mostra questo aspetto di fusione che è peculiare del dio greco Dioniso, secondo la dichiarazione del Vasari.

Gian Lorenzo Bernini, busto di Costanza Buonarelli, 1635 c.

Ogni scultura del Bernini è così profondamente personale, ma questa può essere la sua più intima. Costanza era la moglie di Matteo Bonarelli, un allievo e collaboratore che si innamorò appassionatamente di lei – e lo dimostra attraverso ogni tocco sul marmo. Rompe la tradizione dei ritratti scolpiti del XVII secolo facendo sentire il suo soggetto più vivo di qualsiasi altra scultura di quel tempo: anticipa lo stile dei secoli successivi”.

Andrea del Verrocchio, giovane David, 1473-1475 

La figura, da vedere da tutte le angolazioni, è anatomicamente perfetta. In cima alla testa della scultura ci sono una serie di riccioli alla moda che avrebbero fatto svenire la regina Elisabetta e inorgoglire Lady Diana.

La sua spada riposa nella sua mano per un altro giorno mentre ci guarda trionfante dall’alto del piedistallo dove si erge orgogliosamente in attesa della nostra ammirazione come l’eroe del Verrocchio in grado di uccidere Golia o qualsiasi altro gigante che osa invadere di nuovo Firenze.

Giambologna, Mercurio, 1580

La scultura più famosa del Giambologna è il Mercurio, conosciuto in quattro versioni.

Questo bronzo fu inviato da Cosimo come regalo diplomatico all’imperatore Massimiliano II del Sacro Romano Impero.

Quando lo ricevette, il Kaiser conferì a Giambologna un titolo onorario che significa “colui che ha fatto grandi cose”.

L’opera stessa presenta mercurio in equilibrio sulla cima di una colonna che proviene dalla bocca di Zefiro e l’acqua scorre su di essa, così quando vedi questa statua la tua mente va a pensare al galleggiamento e alla gioia perché sono entrambi rappresentazioni per l’energia che dà la vita, ma ragazzo, questo ragazzo ha un talento incredibile!

Indirizzo e mappa

Orari di Apertura

Da lunedì a domenica, ore 8.15 – 14.00

Chiusure mensili: I, III e V lunedì del mese; II e IV domenica del mese
Altri giorni di chiusura: Natale e Capodanno

Acquista il tuo biglietto ora online

Il museo del Bargello è uno dei musei più famosi di Firenze.

Ospita una splendida collezione di arte fiorentina, ma ha anche alcune caratteristiche architettoniche impressionanti che vale la pena controllare – come questo bellissimo giardino interno al secondo piano!

Per saperne di più sulla visita e prenotare i biglietti per venire a vedere questi capolavori di persona, scopri come acquistare i biglietti online e organizzare un fantastico tour in questo museo.

Lascia un commento