You are currently viewing L’Adorazione dei Magi: un capolavoro di Gentile da Fabriano e dell’arte gotica internazionale in Italia

L’Adorazione dei Magi: un capolavoro di Gentile da Fabriano e dell’arte gotica internazionale in Italia

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Arte
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

L’Adorazione dei Magi è un capolavoro di Gentile da Fabriano e dell’arte gotica internazionale in Italia. Si trova nella Galleria degli Uffizi a Firenze, ed è stato dipinto intorno al 1423.

L’Adorazione dei Magi è considerata una delle opere più importanti di questa scuola ad essere stata conservata.

Questo dipinto ha un’elaborata cornice intagliata che include molti simboli rinascimentali come viti, fiori, animali e scene bibliche.

Storia sul dipinto

Nel catasto fiorentino del 1427, Palla Strozzi era elencato come il cittadino più ricco della città.

La pala d’altare di Gentile gli fu commissionata appena arrivato a Firenze e sarebbe stata destinata a una nuova cappella a cui Lorenzo Ghiberti stava lavorando dal 1420 (ospitata nella sua casa di famiglia).

Completata tre anni dopo con l’aiuto di altri pittori che seguirono – Arcangelo di Cola da Camerino, Giovanni da Imola e Michele d’Ungheria.

Conosciamo il documento del saldo del pagamento, che fu di per sé una spesa considerevole, 150 fiorini d’oro.

Si è discusso molto sulla scelta per Palla Strozzi – uomo colto, raffinato umanista e amante della cultura greca – di un’opera di stile internazionale piuttosto che una di epoca rinascimentale o di opere più all’avanguardia in questo periodo.

In realtà dobbiamo tener conto del fatto che allora c’erano gusti coesistenti dove la transizione tra gli stili non era immediata; quindi non è difficile immaginare come qualcuno con interessi così diversi avrebbe scelto qualcosa di diverso come l’internazionalismo!

Nel 1806, durante le soppressioni napoleoniche, la tavola fu spostata in un magazzino. Poi nel 1810 fu trasferita alla Galleria dell’Accademia dove gli studenti potevano essere istruiti sul suo significato e importanza.

Nel 1812 Napoleone rubò alcuni dei nostri pezzi, compreso uno con la Presentazione di Cristo al Tempio, che ora si trova al Museo del Louvre!

Tuttavia nel 1919 avevamo messo insieme una pala d’altare con una copia di ciò che aveva preso – che può essere vista ancora oggi qui alla galleria fiorentina.

Descrizione e breve analisi del quadro

Adorazione dei magi di Gentile da Fabriano

Questo è uno dei più grandi capolavori dello stile gotico internazionale, con la sua atmosfera fiabesca e le pose cortesi.

Il tema dell’adorazione dei tre saggi era popolare in questo periodo a causa dei ricchi mecenati che lo usavano come pretesto per alludere alla loro ricchezza economica e superiorità culturale.

In questo dipinto vediamo un intero corteo pieno di abiti sontuosi che sono stati minuziosamente descritti dagli artisti con incredibile dettaglio; dietro ogni mago si nascondono ritratti di Palla Strozzi stesso!

Il corteo dei Magi scorre su ogni centimetro di questa parte centrale, utilizzando la sua forma naturale per creare diversi punti focali.

C’è una moltitudine di dettagli nei costumi e nel trucco che emana un’atmosfera attiva in cui i tuoi occhi sfrecciano da un punto all’altro.

L’oro e l’argento sono dappertutto, sia attraverso i vestiti o i finimenti per i cavalli che per i cani da caccia, le corone sulle loro teste, le spade alla cintura pronte per la battaglia se necessario, sono preparati con doni sia gemme preziose distribuite liberamente tra tutti loro, ma non è mai stato chiesto un pagamento né mai lo sarà per questi uomini che hanno viaggiato così lontano attraverso le sabbie del deserto solo perché c’è magia nell’aria!

I metalli, applicati in foglie molto sottili, sono stati poi incisi a mano libera.

Alcuni di questi pezzi avevano smalti leggeri o effetti di rilievo su di essi che creavano un effetto di luce diffusa.

Gli idoli sono caotici e festosi con personaggi che si sovrappongono l’un l’altro per creare un insieme fiabesco nonostante la prospettiva di profondità che incontrano perché alcune parti sono più superficiali di altre ma cattura comunque la tua attenzione mentre cerchi di capire cosa sta succedendo!

L’abilità di Gentile sta nel rendere l’idea della consistenza. È riuscito a catturare un senso di morbidezza e freschezza con i suoi dipinti.

Fonte: www.agliuffizi.it

Lascia un commento